I migliori controller MIDI per registrazione: tastiere, drum pad e strumenti per tutte le fasce di prezzo

Ott 2, 2020Produzione Musicale

Cari amici di Federiplay, ben ritrovati nella nostra rubrica dedicata alla costruzione dello studio casalingo per produrre e registrare musica in Home Recording. Oggi affronteremo un elemento essenziale del vostro personale setup di registrazione, quello che vi permette di impiegare il potente linguaggio MIDI e di gestire al meglio le funzionalità della DAW di riferimento, semplificando il  processo creativo e il modo con cui interagite col computer: ci riferiamo ai controller MIDI.

Prima di passare ai consigli per un acquisto avveduto e lungimirante, è bene precisare che ci sono molti tipi di controller MIDI in commercio, i quali svolgono diverse funzioni che devono adattarsi al tipo di approccio che vogliamo assumere nello studio di registrazione. Infatti, i MIDI controllers non si limitano solamente alle centinaia di tastiere MIDI che troviamo nei vari e-commerce, ma, al contrario, è  possibile trovarsi di fronte a diversi tipi di controller: ad esempio, quelli che simulano vari strumenti musicali (ad es. chitarra, flauto, percussioni ecc…), quelli che contengono i pad per i loop e samples, quelli che sono dedicati ad una DAW in particolare (es. Ableton, FL Studio ecc…), ancora quelli che controllano volumi, fader e, in generale, la zona mixer della DAW. Ma andiamo per gradi e facciamo una doverosa premessa terminologica.

AKAI professional EWI USB
Novation launchpad mini
AKAI professional LPK25

 

AKAI Professional EWI USB

Strumento a Fiato Elettronico e Controller MIDI USB Avanzato con Software per Suonare Sax, Oboe, Tromba, Flauti

Novation Launchpad Mini [MK3]

MIDI Grid Controller Ableton Controller Live

AKAI Professional LPK25

Tastiera MIDI USB con 25 Tasti Sensibili alla Dinamica

Che cos’è il linguaggio MIDI?

MIDI è l’acronimo di Musical Instruments Digital Interface.

Come si intuisce dal nome, inizialmente, il MIDI venne pensato come un protocollo per rispondere all’esigenza di far comunicare fra loro diversi strumenti musicali (in genere elettronici), senza modificarne l’essenza. La tecnologia MIDI nacque nei primi anni ottanta, quando Dave Smith e Chet Wood ne presentarono il prototipo. Da quel momento in poi, molte case costruttrici di strumenti come Roland, Yamaha e altre, iniziarono ad inglobare e a sviluppare questo linguaggio che, fino ai giorni nostri, è praticamente rimasto invariato per la sua semplicità di utilizzo che lo rende molto versatile.

Il linguaggio MIDI non trasmette onde sonore, quindi suoni in sé per sé, ma trasmette, fondamentalmente, un flusso di dati che contengono delle informazioni ben precise. Quali? Quando premiamo un tasto sul nostro controller MIDI, quest’ultimo comunica al computer le seguenti informazioni:

 

  • Note ON/OFF
  • Pitch o nota suonata
  • Velocità
  • Aftertouch o intensità di tocco
  • Panning o resa stereo
  • Tempo o BPM (battiti per minuto)
  • Modulazione

L’immagine qui accanto ci da un raffronto visivo sul tipo di comunicazione che il MIDI ci offre, rendendolo, a tutti gli effetti, un vero e proprio “spartito 2.0”.

Cosa fa un controller MIDI?

Il controller MIDI è uno strumento fisico che genera e trasmette dei dati in linguaggio MIDI ad un dispositivo in grado di decifrarlo (ad esempio il computer).

Se, in premessa, abbiamo elencato i vari tipi di controller MIDI disponibili nel mercato, quest’ultimi possono essere trasformati in qualsiasi strumento o suono vogliamo. In che senso? Abbiamo precisato, che il controller MIDI non comunica con suoni veri e propri, ma con un flusso di dati che è del tutto neutro: quindi possiamo far rivivere questo flusso con delle caratteristiche che possiamo mutare in poche frazioni di secondo. Ma come? É facile con l’interazione di un VST plug-in.

Vi invitiamo a dare un’occhiata al nostro articolo sui 5 VST indispensabili per chi produce e registra musica al computer.

In questo modo, utilizzando un VST possiamo dare vita ad un suono, che altrimenti non sarebbe potuto esistere perchè come detto il controller MIDI è una sorta di strumento muto che comunica solo in linguaggio MIDI, e farlo diventare ciò che vogliamo: una linea di basso, un assolo di tastiere, un accompagnamento di archi e qualsiasi altra cosa sia pensabile in musica e affini.

Come collegare il controller MIDI al computer?

Quando comperiamo un controller MIDI, la prima domanda che ci viene in mente è: come fare a collegarlo e a farlo suonare? La risposta è molto semplice: solitamente, il controller va collegato direttamente alla porta USB del nostro computer. In genere, insieme al controller MIDI, ci viene fornito un cavo USB, qualora non fosse così oppure lo aveste smarrito, vi invitiamo a comprarlo.

microfoni a condensatore migliori

Cavo MIDI USB B per strumenti 3 FT, cavo da USB A a USB Bancabile Compatibile con piano, controller Midi, tastiera Midi, registrazione dell’interfaccia.

Adesso che il controller è collegato al pc, nonostante questo non sia collegato direttamente alla scheda audio, il suono verrà processato ugualmente all’interno di essa.

L’ultima difficoltà per sfruttare al meglio il controller MIDI usb, sarà quello di rendere la vostra DAW compatibile al cento per cento col linguaggio dell’apparecchio: sarà necessario mappare le impostazioni midi all’interno della DAW di riferimento. Il procedimento non è così difficile come sembra perchè solitamente il programma riconosce il vostro apparecchio specifico. In genere, nelle impostazioni audio/MIDI della vostra DAW bisogna abilitare la porta MIDI utilizzata, e selezionare il modello del vostro apparecchio (sono presenti la maggior parte dei modelli in commercio) per renderlo perfettamente compatibile al pc e assegnare ai tasti del vostro controller le funzioni più diverse.

Dopo aver spiegato a grandi linee il funzionamento del linguaggio MIDI, del controller e come collegarlo al computer, passiamo a una variabile altrettanto importante, ovvero, la gestione del budget a disposizione e quale controller MIDI comprare.

Quanto costa un controller MIDI?

Come detto nell’introduzione ne esistono di diversi tipi e con diverse funzioni. Abbiamo suddiviso i consigli della redazione in varie fasce di prezzo (fascia economica, fascia medio-bassa, fascia medio-alta, fascia alta), indicando, per ciascuna categoria, la migliore tastiera MIDI economica, il top di gamma, le migliori tastiere MIDI e  il migliore controller per qualità/prezzo.

AKAI Professional MPK Mini MK3 – Fascia economica (fino a 100€)

AKAI Professional MPK Mini MK3

Descrizione: MIDI Keyboard Controller USB a 25 Note con 8 Drum Pad Retroilluminati, 8 Manopole e Software Gestione MIDI Incluso

PRO:

  • Possibilità di gestire in poco spazio, una sezione per batteria con i drum pad e una per gli effetti con le manopole assegnabili a qualsiasi tipo di automazione
  • Design accattivante disponibile anche nelle altrettanto belle colorazioni: total black e white

            CONTRO:

  • il joystick midi in alto a sinistra non è performante come la classica rondellina di mod/pitch
  • tasti un pò rigidi

 

Novation Launch Control XL MKII – Fascia media-bassa (da 100€ a 200€)

 

AKAI Professional MPK Mini MK3

Descrizione: Mixer MIDI Controllercon 24 manopole rotanti e 24 indicatori al LED multicolorati collegati, 8 fader, 16 pulsanti assegnabili con retroilluminazione multicolore e 4gb di campioni loopmasters inclusi

PRO:

  • gestisce perfettamente il mixer della tua DAW
  • possibilità di personalizzare ben 24 manopole

CONTRO

  • progettata per Ableton Live, ma compatibile con tutte le altre DAW (è consigliato di seguire dei tutorial in questo caso)

 

AKAI Professional APC40 II – Fascia medio-alta (da 200€ a 300€)

AKAI Professional APC40 II

Descrizione: Tastiera MIDI Controller USB con Pad musicale Multicolore, Fader, Potenziometri e Pacchetto di Software MIDI Controller con Ableton Live Lite, Effetti e Sample

PRO:

  • Tantissime funzioni: utile dalla registrazione, al mixaggio, al live
  • Design moderno
  • usato da molti performer

CONTRO

  • Controller per Ableton Live

 

KOMPLETE KONTROL S49 – MK2Fascia alta (da 300€ in su)

 

KOMPLETE KONTROL S49

Descrizione: Master keyboards MIDI per computer con tasti semi-pesati, rondelline ergonomiche pitch/mod + touch strip, due display a colori ad alta risoluzione, luci RGB sopra ogni tasto, con parco di suoni e VSTi “komplete” incluso

PRO

  • Possibilità di utilizzare il MIDI controller usb con tantissimi suoni e VST disponibili in dotazione
  • approccio professionale

CONTRO

  • il prezzo

Komplete Kontrol S61 (61 tasti) – Recensioni e prezzo su Amazon

Komplete Kontrol S88 (88 tasti) – Recensioni e prezzo su Amazon

In conclusione

Abbiamo analizzato il funzionamento dei MIDI Controller che utilizzano il protocollo MIDI e, infine, vi abbiamo proposto quali, secondo la redazione, sono i best midi controller, i top di gamma e gli entry level per ogni fascia di prezzo, rivolgendo un’attenzione particolare alle tastiere MIDI economiche e, in generale, agli strumenti accessibili a tutti. Per avere altre notizie sul mondo di Home Recording e sugli approfondimenti sulla produzione audio, seguiteci su Federiplay!

Alla prossima e buona musica!

Cerca

Chi siamo

Federiscores è una società di servizi musicali realizzata da musicisti per musicisti.

In questo blog troverete guide sulla musica, articoli didattici, curiosità e recensioni di prodotti musicali.

federiscores

Potrebbe interessarti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This