Cavi Audio – Come collegare i Tuoi Strumenti in ambito Home Recording

Ott 7, 2020Produzione Musicale

Cari amici di Federiplay, oggi parleremo di una questione molto importante nella costruzione di uno studio di registrazione soprattutto se intendete orientarvi con i collegamenti audio fra hardware,  strumenti musicali, scheda audio e pc: stiamo parlando dei cavi audio. Può sembrare una questione di poco conto o un argomento banale ma, con l’esperienza, sappiamo che se si vuole fare un buon lavoro ottenendo un discreto risultato, bisogna avere cura anche dei piccoli dettagli. Cercheremo, dunque, di spiegarvi, tramite l’ausilio di immagini, che differenza c’è fra i cavi audio e quali fra questi vi consigliamo di usare per non incappare negli errori che, molto spesso, si fanno nell’ambito dell’Home Recording.

Pensiamo sia molto importante fare una breve spiegazione sulle differenze fra i connettori audio anche per la qualità della registrazione, perchè registrare uno strumento musicale o altro con una connessione rumorosa o collegata male, inficierebbe sulla resa sonora e quindi sulla qualità della musica in generale.

Ma facciamo un passo indietro e iniziamo a fare una premessa terminologica di base per rendere comprensibile un argomento che sicuramente è pieno di tecnicismi e complessità.

Cavo analogico o digitale?

La prima domanda che chiunque si pone avendo un cavo audio è sapere la differenza fra un cavo audio analogico e uno digitale. Qual è la differenza e cosa cambia?

Entrambi fanno essenzialmente lo stesso lavoro cioè trasmettere informazioni audio però i

  1. Cavi audio analogici: trasmettono un segnale audio elettrico
  2. Cavi audio digitali: trasmettono un segnale audio digitale in linguaggio binario (0 e 1, esattamente come un pc)

Sul perchè esistano queste due tipologie di cavi, la risposta è molto semplice: la modernità, in questo caso rappresentata dai cavi audio digitali, si è integrata progressivamente con le vecchie strumentazioni, collegate con connettori analogici, e quindi come succede per tutte le cose i due tipi di approcci hanno convissuto e continuano a convivere ancora fino ad oggi, lavorando spalla a spalla e permettendoci di essere moderni e allo stesso tempo di utilizzare, facendone tesoro, gli insegnamenti del passato, soprattutto quelli più riusciti. Infine, cosa non di poco conto, la maggior parte degli strumenti, per conformazione di struttura propria, ha bisogno di una connessione analogica e quindi non abbiamo scelta! Ma vediamo nel dettaglio entrambi i tipi di approccio, esaminandone le varie sfaccettature e collegamenti.

Cavo di potenza o di segnale

Prima di parlare della differenza fra i cavi bilanciati e sbilanciati, è bene precisare la differenza fra cavi di potenza hi fi e cavi di segnale (quelli su cui ci soffermeremo maggiormente, per motivi di interesse specifico).

I cavi di potenza sono quei cavi che tramettono la circolazione della corrente attraverso due fili di rame avvolti da una guaina di gomma (solitamente di due colori diversi, ad esempio rosso e nero) e servono generalmente a collegare gli impianti audio Hi-Fi, gli altoparlanti e le casse, o per essere più precisi per rendere possibile, in genere, il collegamento fra un amplificatore e un ingresso cassa passivo. L’utilizzo di cavi di potenza per diffusori (solitamente i migliori sono i cavi audio schermati) rispettano meglio la qualità sonora senza interferire sul timbro e le dinamiche musicali. Se volete collegare delle casse in maniera ottimale, vi consigliamo questi cavi di potenza schermati per impianto Hi-Fi.

Cavo Audio per Diffusori Acustici

KabelDirekt Cavi per Diffusori Acustici 2x4mm² Cavo per Altoparlante, in Rame cavo audio OFC, con Marcatura di Polarità, l’Alta Qualità Musicale PRO Series, 15m

connettori a banana Nakamichi

8x connettori a banana Nakamichi di fascia alta per cavi hi fi fino a 6 mm²  saldabili o avvitabili placcati in oro senza plastica in nero e rosso

I cavi di segnale audio invece sono quei cavi audio professionali che trasmettono il segnale audio vero e proprio e solitamente sono costituiti da uno o due fili di rame che trasmettono il segnale e, una gabbia metallica, o massa, che scherma le possibili interferenze al segnale.

 Cavi audio analogici: bilanciati o sbilanciati?

Questi ultimi si dividono in due tipologie di cavi analogici: i cavi bilanciati e i cavi sbilanciati. Qual è la differenza?

  • I cavi bilanciati (balanced o BAL) o “stereo”: sono quei cavi che, per definizione, sono meno soggetti alle interferenze e ai rumori provocati, in genere, da equipaggiamento elettronico o frequenze radio. Per questo motivo sono fra i cavi più utilizzati nell’ambito degli studi di registrazione, proprio perchè grazie a questi cavi è possibile eliminare quel fastidioso ronzìo che si sente spesso quando colleghiamo qualcosa. I cavi bilanciati sono chiamati così perchè trasmettono un segnale audio stereo, ovvero composto da due segnali identici ma opposti (+ e -), ed è proprio questa modalità che permette una sostanziale riduzione del rumore che potrebbe crearsi “lungo il viaggio” del segnale all’interno del cavo composto, dunque, da due fili di rame e, infine, un filo di terra.
  • I cavi sbilanciati (unbalanced o UNBAL) o “mono”: sono quei cavi che, per definizione, sono più sensibili a rilevare interferenze radio e rumore. I cavi sbilanciati sono chiamati così perchè trasmettono un segnale audio mono, ovvero composto da un solo segnale e quindi un solo filo di rame che conduce il segnale e, infine, un filo di terra.
Cavi bilanciati

Adesso tutti vi starete chiedendo il perchè è importante sapere se un cavo è bilanciato o meno. Durante le vostre sessioni di registrazione potrebbe disperdersi del suono che, con le dovute accortezze, è inutile disperdere, considerato che evitare la dispersione significa migliorare indubbiamente la qualità della vostra registrazione. Ma facciamo qualche esempio per capire in che modo avere una connessione bilanciata ed evitare degli errori in cui potremmo incappare.

Un errore molto comune è quello di pensare che se disponiamo di un cavo bilanciato allora ciò ci garantisce una connessione bilanciata: ebbene è una falsa credenza! Infatti, per avere una connessione bilanciata, tutte le componenti della connessione via cavo devono, e sottolineiamo devono, essere bilanciate. Questo sottintende che sia l’uscita dello strumento che vogliamo collegare, sia il cavo, e l’ingresso nel mixer o nella scheda audio devono essere bilanciate. Questo è possibile se la strumentazione dispone di un’uscita/ingresso di tipo XLR (ne parleremo più giù) come nei microfoni oppure in alcuni strumenti o synth professionali con l’uscita XLR (vi consigliamo sempre di consultare i manuali d’istruzione presenti negli strumenti che volete collegare per appurare il tipo di collegamento). La tua connessione sarà, invece, sbilanciata se pur avendo dei cavi bilanciati, una di queste connessione è sbilanciata, allora questa diventerà sbilanciata (ebbene sì, ne basta solo una per essere trasformata in sbilanciata). Sarà sbilanciata, pure se dobbiamo collegare ad esempio una chitarra o un basso (strumenti che per caratteristiche proprie hanno una connessione mono), oppure dispongono di ingressi/uscite per cavi RCA audio, oppure un’uscita mono/stereo da 1/4” di pollice, cioè jack mono.

Un consiglio che vi suggeriamo di tenere presente è quello che, se disponete di un tipo di connessione sbilanciata (comunissima a molti strumenti) cercate di non comprare cavi molto lunghi in modo tale da ridurre i possibili danneggiamenti e di conseguenza la comparsa di ronzii e rumori di fondo, soprattutto in fase di registrazione in studio.

Cavi audio digitali: USB e cavi MIDI

I cavi audio digitali sono in larghissima espansione e ormai si trovano sempre più spesso nei vari studi di registrazione proprio per la praticità e l’efficienza di utilizzo. Ne esistono di diversi tipi, ma sicuramente i più comuni e i più utilizzati sono i cavi USB e i cavi MIDI.

  • Cavi USB: sono sempre più usati nell’ambito dell’Home recording perchè sono pratici e facilmente sostituibili per un prezzo irrisorio. Collegano schede audio, controller MIDI, launchpad, drum machines e tutti gli strumenti elettronici di nuova generazione. Per una guida sui migliori controller MIDI vi invitiamo a dare un’occhiata qui.
cavo midi
cavo usb b

USB Cavo Tipo B Compatibile con DJ Midi Controller, Tastiere, Campionatori, Effetti Pad, Sintetizzatori Numark, Pioneer, Native Instruments, Traktor, Denon, Akai per MacBook dell HP | 3m

  • Cavi MIDI: sono dei cavi specifici che permettono ad alcuni strumenti e synth, recenti o meno recenti, di comunicare attraverso il linguaggio MIDI. Sono usati sempre meno, proprio perchè i cavi USB permettono la comunicazione MIDI e quindi pian piano saranno rimpiazzati proprio da quest’ultimi, tuttavia possiamo trovarli in molti strumenti.
cavo midi roland
cavo usb b

Cavo Midi Roland Black Series, 6M/20Ft. – Rmidi-B20

Ricordiamo fra i cavi digitali anche quei cavi che permettono una maggiore velocità di trasferimento dati, soprattutto, per quanto riguarda la connessione delle schede audio al computer: stiamo parlando del Firewire e del Thunderbolt. Queste due tipologie di cavi permettono di collegare la scheda audio al pc garantendo una velocità maggiore rispetto al classico cavo USB, infatti, sono presenti nelle interfacce audio di fascia medio-alta.

cavo fireware
cavo thunderbolt

Lindy Premium Gold Cavo FireWire 6/6 Poli, 2 Metri, Trasparente             

Belkin F2CD084bt0.8MBK Cavo Thunderbolt 3 100W da 0,8 m – Nero

 Tipi di connettori audio

Adesso vedremo nel dettaglio i tipi di connettori audio che potrete incontrare durante le vostre sesssioni di registrazione ma, anche, durante le vostre performance dal vivo.

PERMETTONO UNA CONNESSIONE BILANCIATA o STEREO:

  • XLR spinotti cannon: connettore audio utilizzato principalmente per i microfoni. Per una guida sui migliori microfoni a condensatore per voce vi inviatiamo a dare un’occhiata qui.
cavo xlr femmina

Stagg Cavo, 1 m, cavo audio XLR femmina a XLR maschio/ROS, Nero

  • TRS jack stereo 1/4” (6,3 mm)
  • TRS jack stereo 1/8” (3,5 mm)
cavo jack 6,3

LinkinPerk 6.35 mm Cavo Audio Jack Professionale,6,35mm Maschio a 6,35mm Maschio per Amplificatore, Mixer Audio, TRS cavo adattatore audio stereo (1M)

cavo jack 3,5

Syncwire Cavetto AUX 3,5mm in Nylon 2M Cavo Jack per Cuffie, Apple iPhone, iPad, iPod, Smartphone, autoradio, MP3, Echo DOT ECC – Grigio

                                                    

  • RCA stereo (nel cablaggio di apparati audio medio-alti, cavi home theatre, si trova spesso in configurazione stereo/ coassiale/ Hi end audio)
cavo rca stereo

Ricable RH05 Hi-End 2 x 0,5 mt – Cavo RCA Audio hifi hi end Stereo di segnale OFC

PERMETTONO UNA CONNESSIONE SBILANCIATA o MONO:

  • Jack mono 1/4” (6,3 mm): comuni per collegare chitarra e basso

 

  • RCA mono: comuni in consolle da dj, effettistica e impianti
cavo jack mono
connessione audio rca
cavo audio rca mono

KabelDirekt Cavo Mono 6.3 mm per Strumenti/Chitarra Cavo Audio per Collegare una Chitarra Elettrica, un Basso o una Tastiera, 3 m

AmazonBasics – Cavo audio RCA da 2 maschi a 2 maschi, 1,2 metri                  

In conclusione

In questo articolo di utilità abbiamo parlato dei vari tipi di connettori audio e di potenza presenti nel mondo della registrazione e delle performances. Pur essendo accessori “passivi” che non producono nè modificano il suono, i cavi audio svolgono il “lavoro sporco” che non possiamo sottovalutare per  comporre al meglio uno studio di registrazione casalingo con tutte le accortezze del caso. Vi invitiamo al prossimo appuntamento della nostra “Guida all’Home Recording“. Se vi siete persi la prima puntata della nostra rubrica, le componenti fondamentali per creare una postazione di registrazione, potete dare un’occhiata qui. Seguiteci sui nostri canali social per rimanere aggiornati sulle dritte per un setup di produzione audio ottimale.

Alla prossima e buona musica!

Cerca

Chi siamo

Federiscores è una società di servizi musicali realizzata da musicisti per musicisti.

In questo blog troverete guide sulla musica, articoli didattici, curiosità e recensioni di prodotti musicali.

federiscores

Potrebbe interessarti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This