5 programmi gratuiti per produrre e registrare musica

Set 19, 2020Produzione Musicale

Cari amici di Federiplay, oggi parleremo di un’attitudine che ci piace parecchio. Il motivo? É molto semplice, è gratis! L’evoluzione di Internet e la sua natura sostanzialmente gratuita ha fatto sì che, al giorno d’oggi, si siano sviluppati molti software e tools gratuiti e open source che, ormai in tutti gli ambiti compreso quello musicale, ci semplificano il lavoro e ci permettono di fare delle prove per esercitarci, in vista di un approccio professionale e, per vedere se possiamo fare dei piccoli investimenti per cominciare a produrre musica. 

Ci sono molti programmi, totalmente gratuiti, che vi invitiamo a scaricare, per iniziare a orientarvi con le vostre creazioni audio e per fare un pò di pratica prima di comprare una DAW professionale e a pagamento. Qui di seguito elenchiamo, spiegando le funzionalità che potrete esplorare, cinque programmi che dovete assolutamente conoscere prima di avere nel vostro pc qualcosa di più complesso. 

I cinque programmi gratuiti per registrare musica che vi proponiamo sono: Audacity, Asio4all, LMMS, Tracktion Waveform FREE, Cakewalk by Bandlab.

1. Audacity 

Audacity non è esattamente una Digital Audio Workstation (DAW) come in molti sostengono. Piuttosto è un software di audio editing  con cui potrete registrare, modificare ed esportare le vostre tracce audio, in modo semplice ed intuitivo. É un programma per registrare musica completamente gratuito, sin dalla sua prima versione uscita nel 2000, e open source, e lo potete scaricare direttamente qui, sul loro sito ufficiale, sia per Windows che per macOs, che per Linux

Alcuni la considerano una DAW perchè condivide con quest’ultima alcune caratteristiche. Ma quali? Innanzitutto è possibile lavorare in multitraccia, ma non solo. É un programma per modificare musica ma si possono, inoltre, inglobare dei VST esterni all’interno del programma, ed è possibile modificare il suono con degli effetti presenti sulla piattaforma, come EQ, compressore, Noise reduction, Fade In, Fade Out, Riverbero, Delay e molti altri. Un’altra bellissima funzione è forse una delle principali peculiarità del programma gratuito: ovvero la possibilità di registrazione audio da pc da più sorgenti. Per il resto, però, è molto differente da una DAW completa, proprio perchè mancano parecchie funzioni come un mixer interno, un piano roll, la possibilità di creare dei loop e molto altro. Se vi state chiedendo come usare il programma, su internet ci sono molti Audacity tutorial con cui puoi capire meglio come usare Audacity. 

Supporta la maggior parte dei formati audio fra cui wav, mp3, Ogg Vorbis, aiff, flac, raw ed è possibile convertirli fra i vari formati. Se, però, vorresti esportare il risultato finale nel formato compresso mp3, potrebbe essere necessario scaricare un codec chiamato “Lame_enc.dll” che, comunque, è facilmente scaricabile, digitando il nome del codec su un qualsiasi motore di ricerca. Audacity è uno dei migliori programmi per modificare musica e un ottimo programma per tagliare canzoni ed editor mp3.

Audacity è il punto di partenza di ogni aspirante musicista da Home Recording.

2. Asio4all

Un altro intoppo frequente per chi inizia ad interfacciarsi col mondo della registrazione audio digitale è sicuramente il problema della latenza. Ma che cos’è?

La latenza è quel lasso di tempo che intercorre fra il momento in cui si emette il suono da registrare (in questo caso in input) e il momento in cui esso ritorna nelle nostre cuffie o monitor (in questo caso in output). Più breve è questo tempo, più il risultato sarà performante. Più lungo è l’intervallo di tempo, più avremo difficolta perchè, ad esempio, nel caso in cui stessimo registrando la voce, sentiremo la voce in netto ritardo dal momento in cui emettiamo il suono dalla bocca.

Per ridurre il tempo di latenza al minimo, anche senza scheda audio, è possibile scaricare un asio driver di pochi kB che risolverà i vostri problemi di latenza permettendovi di registrare voce e strumenti con un buon ritorno, senza dover far fronte a problemi di coordinazione e tempo che sarebbero, inevitabilmente, ostacolati dalla latenza troppo ampia. 

Riassumendo, il driver Asio4All, scaricabile qui, sviluppato da Steinberg (stessa casa produttrice di Cubase), minimizza i tempi di latenza fra input e output, ovvero il ritardo di risposta molto importante quando si lavora con tecniche di registrazione audio/MIDI. Solitamente una interfaccia audio ha dei propri driver di latenza, ma è sempre bene partire col piede giusto anche nel caso in cui non aveste comprato una scheda audio. Il download driver audio è gratuito.

Asio4all si presenta con una grafica semplice e ti permette di vedere tutti i dispositivi audio in ingresso e di gestirli con un semplice clic. Troviamo una modalità per principianti e una per esperti, entrambe facili da usare.

3. LMMS

LMMS è un software analisi audio free e open source DAW pc nato nel 2004 con lo scopo di offrire un’alternativa gratuita al programma di Image Line, FL Studio, un classico fra le DAW a pagamento. Inizialmente era l’acronimo di “Linux MultiMedia Studio”, pensato per il sistema operativo che permette la modifica agli utenti che sono capaci di modificare i codici da programmatore e implementare il programma. Poi, col tempo, questa denominazione venne abbandonata, proprio perchè l’utilizzo del software per musica è stato destinato a tutti i sistemi operativi, Linux, Windows e, infine, macOs, mantenendone tuttavia l’acronimo ormai un tratto riconoscibile del programma audio.

 

LMMS è scaricabile, per Windows, Linux, macOs, qui.

Dal 2004 al 2014 la grafica e le funzionalità di LMMS erano molto rudimentali e avevano parecchi limiti di utilizzo soprattutto per chi non aveva dimestichezza col mondo della produzione musicale. Dopo il 2014 in seguito a un rifacimento grafico, LMMS è diventato una delle DAW gratuite più usate di Internet e presenta davvero moltissime funzioni da poter utilizzare se ancora non vi siete decisi a passare a un approccio più professionale, ad esempio, con FL Studio. 

La grafica, seppur molto basilare e senza fronzoli, richiama molto l’estetica di FL Studio, e oltre a permettere di aprire i progetti salvati con quest’ultimo ne condivide la gran parte di funzioni, ovviamente con un approccio più semplice e meno articolato. All’interno del programma troviamo un editor in cui possiamo vedere la visione complessiva del brano che stiamo creando/modificando, un piano roll dove possiamo comporre in MIDI, modificare file in MIDI, assegnando le varie note agli strumenti che abbiamo selezionato da una discreta libreria (forse un pò vintage) disponibile con l’applicazione stessa, un pattern editor in cui è possibile creare dei loop, un mixer e svariati effetti compresi con LMMS come compressori, limiter, delay, distorsori, equalizzatore grafico per pc gratis, riverberi e molti altri.  É presente anche la possibilità di avere i VST (anche se non quelli a 32 bit) e di assegnare delle automatizzazioni disegnate agli effetti e ai volumi del mixer, oltre che una discreta libreria di sampler da cui partire per creare un brano. 

Manca, invece, nel programma la possibilità di inserire le ghost notes, la possibilità di usufruire di un software interno di audio editing e di registrazione audio, la possibilità di trascinare in drag&drop le proprie tracce audio dal Desktop o da una qualsiasi cartella, per rilasciarla nei pattern all’interno del sequencer.

4. Tracktion Waveform FREE

Tracktion Waveform è una delle DAW gratuite più agili e immediate, con una grafica moderna e snella creata ad hoc per adattarsi alle esigenze dell’utente senza troppi ghirigori o complicanze dovute all’uso di un software dedicato. 

É possibile scaricarlo gratuitamente in due modi: un primo metodo è quello di scaricare qui la versione FREE che è una versione ridotta e limitata della PRO, oppure, è possibile scaricare le versioni PRO precedenti a quella attuale e utilizzarla illimitatamente. Questa politica possiamo catalogarla fra i programmi editing audio professionali cosiddetti freemium, cioè quei programmi che rendono disponibile una versione limitata nell’ottica di spingere l’utente ad aggiornarla alla versione a pagamento, tuttavia mantiene una sezione open source, sul sito ufficiale, in cui è disponibile un’apposita sezione, qualora siate dei programmatori e vogliate sviluppare le funzioni dell’app.

La prima versione sviluppata dal programmatore inglese Julian Storer è del 2002 e, ancora oggi, nelle versioni più recenti è disponibile per tutti i sistemi operativi Windows, macOs, Linux e Raspberry Pi. É compatibile con i VST e contiene delle integrazioni molto interessanti come un MIDI pattern generator che genera progressioni di accordi e melodie, un Micro Drum Sampler, uno dei tratti distintivi della DAW che permette di inserire dei bei suoni percussivi e il synth 4OSC, un oscillatore. Per chi vuole iniziare a sperimentare con queste intriganti funzioni, in rete, troviamo moltissimi tutorial gratuiti che ci permettono di familiarizzare col software e dare sfogo ai nostri impulsi creativi. Viene spesso equiparato, con le dovute proporzioni, per la sua trasparenza e intuitività ad Ableton Live, considerato che Tracktion cerca di offrire un approccio a schermo singolo (Ableton Live ha due aree di lavoro), eliminando menù multipli e finestre disordinate comuni alla maggior parte di sequencer MIDI  e DAW. 


5. Cakewalk by BandLab

Cakewalk rappresenta un pezzo di storia delle DAW. Una storia travagliata e piena di stravolgimenti ma che, per anni, ha rappresentato un punto fermo fra gli appassionati e continua a essere un ottimo punto di partenza, visto e considerato che la piattaforma, adesso, è completamente gratuita ed è scaricabile qui


La prima versione di Cakewalk risale al lontano 1987 quando la compagnia di Boston, Twelve Tone System Inc., la rilasciò per MS-DOS. Inizialmente sviluppato come un sequencer MIDI, cambiò nome in SONAR, nel 1999, sviluppato solo per Windows, e ancora oggi è impossibile citare Cakewalk senza ricordare che SONAR fu, per anni, binomio indissolubile del brand. Nel 2012 la celebre compagnia Gibson acquistò da Roland, la quale precedentemente ne aveva rilevato i diritti, il marchio Cakewalk, fino al 2017, anno in cui Gibson annunciò di volerne cedere i diritti e di cessare gli svilluppi del programma. Il 4 aprile 2018, la Bandlab Technoligies rilevò la proprietà intellettuale rendendola completamente gratuita per tutti gli utenti.

Cakewalk by Bandlab è una delle migliori DAW gratuite, uno fra i programmi per registrare musica e voce, e sicuramente una delle più complete in ambito di produzione musicale e post-produzione audio. Per la sua longevità ha assistito e si è adeguata, nel tempo, a tutte le evoluzioni che il mondo audio ha vissuto, come ad esempio l’integrazione dei VST, l’avvento dei Virtual instruments (VSTi) e le funzioni per la registrazione multitraccia. L’approccio di cui si può usufruire, molto Cubase-oriented, ha assunto delle caratteristiche che possiamo riassumere così: ha una grafica accattivamente e un’interfaccia personalizzabile, contiene un parco di strumenti virtuali integrati (con emulazioni di synth e strumenti acustici) di tutto rispetto ed è perfetto se vuoi limitarti a registrare e mixare i tuoi strumenti. Ovviamente non offre tutte le funzioni di una DAW a pagamento, ma fra i programmi gratis per creare musica, Cakewalk è un buonissimo punto di partenza per poter fare esperienza con le vostre prime registrazioni. Cakewalk è attualmente disponibile solo per Windows.

In conclusione

Grazie alle possibilità infinite del web, è possibile fare un pò di pratica gratuita, prima di intraprendere, se è il caso, un approccio professionale investendo ulteriore tempo e denaro. Ci siamo limitati a consigliarvi i migliori programmi gratuiti per iniziare a fare pratica e a studiare le innumerevoli strade che potete esplorare in questo mondo senza spendere assolutamente nulla. Ovviamente ci sono molti altri software audio free  che, per completezza, vi indicheremo:

  • Garage Band, disponibile solo per macOS, qui
  • Soundbridge, scaricabile, dopo la registrazione al sito, qui
  • MuLab, disponibile per Windows e macOs qui
  • Pro Tools First, una versione basic del celebre software, scaricabile gratuitamente qui

Un’ulteriore menzione va fatta per uno dei software maggiormente usati, ma che adesso è disponibile solo a pagamento: Reaper è scaricabile gratuitamente con una versione prova di 60 giorni qui, download  Reaper disponibile per Windows, macOS e Linux.

Si conclude così la nostra rubrica di utilità per il mondo della registrazione, post-produzione audio e Home Recording. Alla prossima e buona musica!

Cerca

Chi siamo

Federiscores è una società di servizi musicali realizzata da musicisti per musicisti.

In questo blog troverete guide sulla musica, articoli didattici, curiosità e recensioni di prodotti musicali.

federiscores

Potrebbe interessarti…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This